Cerca
Inserisci una parola da cercare
Sezioni
News
Rubriche
Focus
Strumenti

Mercoledì 25 Febbraio 2009  16:49

Ammiraglio di Divisione C. Gaudiosi assume Comando Forze d’Altura e Comando Italian Maritime Forces.

La suggestiva cerimonia oggi a Taranto a bordo della nave Etna.



Si è svolta questa mattina a bordo della Nave Marina Militare "Etna" (al comando del Capitano di Vascello Salvatore Vitiello), la suggestiva cerimonia di avvicendamento al Comando delle Forze d'Altura (COMFORAL) Comando delle Italian Maritime Forces (COMITMARFOR) fra l'Ammiraglio di Divisione Rinaldo Cherubino Veri e l'Ammiraglio di Divisione Claudio Gaudiosi.

L'avvicendamento del Comando delle Forze d'Altura a bordo della Nave Etna ormeggiata nella Stazione Navale Mar Grande è stata presieduta dal Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio di Squadra Giuseppe Lertora alla presenza di numerose autorità ed invitati, di tutti i Comandanti delle Unità Navali dipendenti con una rappresentanza dei rispettivi equipaggi.

L'Ammiraglio di Divisione Rinaldo Veri lascia l'incarico di Comandante delle Forze d'Altura dopo quasi due anni di intensa attività, durante i quali ha guidato 5000 tra uomini e donne imbarcati su 22 Unità Navali.

Nell'ambito del suo mandato molti sono stati gli impegni internazionali che hanno visto le forze navali del Comando Forze d'Altura protagoniste, sia a livello diplomatico nella campagna navale Medal 08, che a livello operativo, nel contrasto alla pirateria internazionale e a supporto dell'impegno delle Nazioni Unite nelle delicate acque libanesi.

In ambito NATO, quale Comandante delle Italian Maritime Forces, l'Ammiraglio Veri ha iniziato la delicata ed importante fase di certificazione come Maritime Component Commander della Forza di Reazione rapida della NATO. L'Ammiraglio di Divisione Claudio Gaudiosi invece, assume il Comando delle Forze d'Altura e del Comando delle Italian Maritime Forces, dopo aver svolto per circa due anni e mezzo l'incarico di Capo dell'Ufficio Affari Generali e Relazioni con l'Esterno presso lo Stato Maggiore Marina. Per il Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio di Squadra Giuseppe Lertora, ai microfoni del nostro Quotidiano Online di Informazione quipuglia.it parla dell'importanza «della preparazione delle persone, la capacità di adattarsi a scenari, a compiti diversi. E questo significa alla base, avere questa caratteristica: che l'Ufficiale di Marina proprio per il tipo di operazioni che è chiamato a fare, cambia. Bisogna adattarsi, bisogna operare allo stesso livello e con la stessa efficacia. E così è per le missioni». Intanto in queste ore, con il nuovo comando in carico dell'Ammiraglio di Divisione Claudio Gaudiosi è partita una missione in preparazione della successiva importante fase di "formazione" e "certificazione" specifica di cui la Marina Militare italiana avrà il "carico" di onori ed oneri nei confronti "degli alleati". «Ricevere la certificazione come forza di risposta della Nato significa che la Marina Italiana, la parte più importante e più grande della Marina Italiana, dal prossimo luglio e per un anno intero sarà pronta a navigare ed affrontare delle missioni nel mediterraneo e fuori del mediterraneo secondo quelle che saranno le direttive della Nato. - spiega il neo comandante l'Ammiraglio di Divisione Claudio Gaudiosi ai microfoni del nostro Quotidiano Online di Informazione quipuglia.it - Tutto questo è un riconoscimento alla Marina Militare Italiana, agli uomini del Comforal ed al suo staff, alla loro professionalità e alla loro assoluta abnegazione e dedizione. Credo infine pertanto che sia, non solo un successo della Marina, ma della Difesa e dell'Italia tutta».

Dunque un onore ma anche un onere non indifferente nei confronti del quale la Marina militare Italiana saprà senza'altro risultare vincente. Grazie ai suoi illustri e professionali uomini valorosi ed eccellenti come, in questo caso, gli Ammiragli Claudio Gaudiosi e Rinaldo Veri, e come l'Ammiraglio di Squadra Giuseppe Lertora ai quali tutti noi dobbiamo poter essere grati per il loro costante, non facile, valido impegno professionale.





Nella foto: © foto: quipuglia.it/gdn. A sx: l’Ammiraglio di Divisione Claudio Gaudiosi; Nel collage: in alto a sx il comandante della nave Etna, il Capitano di Vascello Salvatore Vitiello; in basso: il suggello del passaggio di consegne tra i due Ammiragli con al centro il Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio di Squadra Giuseppe Lertora.


Stampa la notizia Invia ad un amico

Notizie dagli altri canali
Cronaca
Politica
Sport
Spettacoli
Lavoro
QP Primo Piano
QP Intervista
QP Speciale

Mailing List
Iscriviti alla Nostra Newsletter
Inserisci la tua E-mail
quipuglia.it Testata Giornalistica Online
Quotidiano Online di Informazione
Reg. Trib. Brindisi n°17/04

Mob: 347-3838221 - Skype: quipuglia - Fax: 178-6030556

Home Editoriale Interviste Primo pianoSpecialiRegistrazione Scrivici
Articoli, Testi, e foto, sono coperti da Copyright in quanto di produzione della proprietà di Giovanni di Noi e del Quotidiano Online di Informazione in Puglia quipuglia.it. Ne è pertanto assolutamente vietata la riproduzione parziale e/o integrale se non previo consenso scritto della proprietà. Articoli, testi, foto, e contenuti, dunque, non possono essere riportati e/o pubblicati, anche su altre testate, se non previa richiesta scritta a quipuglia.it e conseguente autorizzazione scritta.
quipuglia.it® É UN NOME E MARCHIO REGISTRATO.